Monthly Archives: giugno 2018


Cessione del quinto: la normativa 2018

La Cessione del quinto dello stipendio o della pensione è regolata da una precisa normativa. Si tratta di una tipologia di finanziamento che possono richiedere i dipendenti statali, quelli privati ed i pensionati. A differenza di altre forme di finanziamento, le rate vengono trattenute direttamente dalla busta paga o dal cedolino pensione nella misura massima di un quinto dello stipendio/pensione, fino ad esaurimento del debito. Le fonti normative Il testo di riferimento è il DPR 180/1950, modificato successivamente da più …

Continua a Leggere


Efficienza nell’utilizzo delle risorse a basso impatto ambientale: cos’è la green economy

L’economia ecosostenibile è quel tipo di economia in grado di sostenere il proprio basso impatto ambientale, seguendo lo sviluppo tecnologico e mirando alle migliori soluzioni. Scopriamo cos’è la green economy. Per una definizione Secondo le Nazioni Unite la green economy è “un’economia a basse emissioni, efficiente nell’uso delle risorse e socialmente inclusiva”. In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, l’Unep, il Programma delle nazioni Unite per l’ambiente, ha iniziato a divulgare tale concetto spiegando che si tratta di “un’economia in grado …

Continua a Leggere


Il prestito con delega senza TFR: i requisiti per accedervi

Avete bisogno di un nuovo finanziamento? Il prestito con delega può essere la soluzione. Questa tipologia di prestito affianca la Cessione del Quinto ed è regolamentata dall’articolo 1269 del codice civile. La rata del rimborso incide per un altro quinto dello stipendio. In questo post parliamo del prestito con delega senza TFR. Chi può richiedere il prestito con delega e come funziona Possono richiedere il prestito con delega o doppio quinto: Tutti i dipendenti statali e gran parte dei dipendenti …

Continua a Leggere


Snc, sas e srl: scopriamo di più sulla cessione del quinto per i dipendenti di piccole aziende

La Cessione del quinto consente di ottenere un prestito pari a un quinto dello stipendio netto, senza che sia necessario esplicitare la motivazione. Il versamento della rata avviene tramite busta paga e l’importo può essere utilizzato per acquistare un prodotto o un servizio, oppure per estinguere altri debiti in corso. Non viene considerata la posizione in banca dati del dipendente derivante da eventuali ritardi nei pagamenti o protesti. Il requisito fondamentale è essere un dipendente, sia pubblico che privato, preferibilmente …

Continua a Leggere