730 precompilato 2016 spese mediche

La pillola che non va giù: il 730 precompilato 2016 e le spese mediche

Tutti coloro che nel 2015 hanno usufruito del 730 precompilato, lo avranno trovato senz’altro un’innovazione degna di un Paese moderno. I redditi e le spese detraibili vengono finalmente raccolti in un database coordinato che fa capo al nostro codice fiscale. Nel 730 precompilato del 2016, però, si compie un piccolo passo indietro che riguarda le spese mediche relative all’acquisto di medicinali da banco avvenuto durante il 2015.

Che fine hanno fatto gli acquisti di medicinali da banco?

L’assenza dei medicinali senza prescrizione medica dalle voci di detrazione sul 730 precompilato deriva da un disguido con i farmacisti che avrebbero dovuto gestire correttamente tutti gli scontrini battuti per questa tipologia di farmaci.

Sul 730 precompilato del 2016, relativo al periodo d’imposta 2015, dunque, si troveranno tra le detrazioni di spese mediche solo le spese sostenute per farmaci prescritti.

Dichiarazione dei redditi 2016: attenzione a quella spesa

A seguito della proroga (9 febbraio) in favore dei professionisti della Sanità e dei medici per l’inserimento delle transazioni gestite nel Sistema Tessera Sanitaria, alcune delle spese relative alle spese mediche non soggette a ricetta potrebbero essere integrate nel 730 precompilato di quest’anno. Tuttavia, sarà bene tenere d’occhio questa voce di detrazione fiscale per verificare l’effettiva presenza di tutte le spese sostenute in farmaci da banco.

Qualora non risultassero presenti alcune delle spese sostenute nel 2015 si dovranno inoltrare le integrazioni attraverso la procedura di modifica del 730 precompilato.

Appuntamento al 15 aprile con il rilascio da parte del Fisco del 730 precompilato 2016 per scoprire se ci saranno buchi tra le spese in detrazione del reddito.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006