agevolazioni fiscali risparmio energetico

Agevolazioni fiscali del 65% per il risparmio energetico: in cosa consistono e chi può richiederle

Grazie all’approvazione della Legge di stabilità 2016 è stata prorogata sino al 31 dicembre 2016 la possibilità di usufruire delle agevolazioni fiscali del 65% per il risparmio energetico (introdotta dalla legge 23 dicembre 2014, n. 190), o meglio, per coloro i quali hanno effettuato interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Ecco una breve guida per chiarire meglio in cosa consistono e chi può richiedere queste detrazioni.

Conosciamo le agevolazioni fiscali per il risparmio energetico

Si tratta della possibilità di avere delle detrazioni dall’Ires o dall’Irpef qualora si eseguano degli interventi volti all’aumento dell’efficienza energetica in edifici già esistenti. Più nel dettaglio, gli interventi per cui si possono richiedere le agevolazioni sono:

  • Miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre comprensive di infissi);
  • Installazione di pannelli solari;
  • Riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernali.

La legge prevede una detrazione del 65% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2016. Le detrazioni vengono ripartire in dieci rate annuali d’importo uguale.

Di seguito, una tabella relativa alle detrazioni massime per ogni tipo di intervento:

  • Acquisto e posa in opera di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili – 30.000 euro
  • Acquisto e posa in opera delle schermature solari elencate nell’allegato M del decreto legislativo n. 311/2006 – 60.000 euro
  • Sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale – 30.000 euro
  • Installazione di pannelli solari – 60.000 euro
  • Involucro edifici (come pareti e finestre – inclusi gli infissi) – 60.000 euro
  • Riqualificazione energetica di edifici: 100.000 euro

Chi può richiedere le agevolazioni

Ad essere ammessi all’agevolazione fiscale per il risparmio energetico sono: le persone fisiche (inclusi gli esercenti arti e professioni); le associazioni tra professionisti; i contribuenti che conseguono reddito d’impresa (società di capitali, persone fisiche, società di persone); enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale.

Tra le persone fisiche che ne possono fruire ci sono anche anche: i titolari di un diritto reale sull’immobile; i condomini, per gli interventi sulle parti comuni condominiali; gli inquilini e coloro che hanno l’immobile in comodato.

Per maggiori informazioni sulle agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici

Il punto di riferimento per chi stesse cercando informazioni dettagliate sulle detrazioni per  risparmio energetico è il sito dell’ENEA (l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile). In particolare, il mini-sito dedicato all’efficienza energetica.

Al tema è anche dedicato il sito web del Governo “Rimetti la casa al centro del tuo mondo” (in aggiornamento). Qui le informazioni sono sintetiche e di facile comprensione.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006