Imposta di bollo

L’imposta di bollo sul conto corrente: cos’è, quando e quanto si paga

Chi ha un conto corrente, avrà notato, di tanto in tanto, una voce a debito denominata imposta di bollo e si sarà chiesto cos’è. In quest’approfondimento è possibile trovare tutte le risposte per conoscere più a fondo questa voce del conto bancario, a quanto ammonta, chi deve pagare questa somma e chi no.

Cos’è l’imposta di bollo

L’imposta di bollo sul conto corrente è una tassa, definita per legge, dovuta per il possesso di un conto corrente sia dalle persone fisiche sia dalle persone giuridiche. È una delle voci che rientra tra le spese di tenuta di un conto corrente. Si applica in misura fissa ed è prelevata direttamente dalla banca presso la quale il conto corrente è stato aperto o dalle Poste.

Su cosa si paga e a quanto ammonta

L’imposta di bollo è dovuta per tutte le tipologie di conti correnti bancari (vincolati o meno), per i conti correnti postali e per i libretti di risparmio. Ammonta a:

  • 34,20 euro per le persone fisiche;
  • 100 euro per le aziende, le imprese e i titolari di partita IVA.

Come specificato dall’Agenzia delle entrate, l’imposta di bollo si applica a estratti di conti correnti, rendiconti dei libretti di risparmio, comunicazioni periodiche dei prodotti finanziari, rapporti tra enti gestori e fondazioni bancarie.

Chi deve pagare l’imposta sul conto

L’imposta di bollo è dovuta da tutti i titolari di conto corrente che sul proprio conto hanno una giacenza superiore ai 5mila euro. Per giacenze pari o inferiori a questa cifra, quindi, l’imposta di bollo non deve essere pagata.

Come si calcola l’imposta di bollo

Il totale dell’imposta di bollo, in pratica, viene divisa per ciascuno dei trimestri dell’anno e il calcolo viene fatto in base a questo principio. È possibile spiegarlo con un semplice esempio:

  • Su un conto corrente, vengono depositati 2mila euro nei primi sei mesi dell’anno e 6mila euro nei secondi sei mesi;
  • Per i primi due trimestri, l’imposta di bollo non è dovuta perché la cifra depositata è inferiore a 5mila euro;
  • Bisogna, invece, pagare l’imposta di bollo per il terzo e il quarto trimestre dell’anno, quindi 17,10 euro (8,55 euro a trimestre).

Quando si paga

L’imposta di bollo viene addebitata sul conto corrente e, anche se viene calcolata su base annua, può essere saldata su base mensile o trimestrale, a seconda delle condizioni del conto.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006