Significato Bad Bank

Ecco cos’è una Bad Bank: il significato in parole semplici

Il termine Bad Bank è una di quelle parole del mondo bancario che può destare qualche preoccupazione. È facile intuire, anche con un minimo di conoscenza dell’inglese, che si tratta di qualcosa di “cattivo”. Qual è il significato di Bad Bank e a cosa serve una “banca cattiva”?

Good Bank e Bad Bank: i due lati di una stessa banca

L’attività di un istituto di credito può essere facilmente suddivisa in due classificazioni: i crediti “sani” e i crediti “tossici”.

Nel primo caso è facile intuire che stiamo parlando di crediti di cui la banca si attende il rimborso. I titoli “tossici” o crediti deteriorati, invece, sono titoli di credito di bassa qualità e difficilmente esigibili.

Quando un istituto bancario è in difficoltà costituisce una Bad Bank: una società creata appositamente per gestire solo il portafoglio di crediti problematici. In questo modo, la banca ripulisce la propria attività, mantenendo solo le attività relative al credito sano.

Con il tempo, la Bad Bank verrà fatta fallire, per salvare la banca buona e le sue attività redditizie.

Definizione di Bad Bank

Una volta compreso come funziona una Bad Bank, arriviamo alla definizione del termine:

La Bad Bank è un istituto bancario nato con l’obiettivo di gestire i crediti inesigibili e i prestiti bancari non onorabili facenti parte del portafoglio di una banca il cui bilancio risulta risanato.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006