Cos'è l'IEBCC

Credito al consumo e trasparenza: ecco cos’è e cosa contiene l’IEBCC

La trasparenza bancaria è una tutela nei confronti dei consumatori. L’obiettivo della relativa normativa è quello di aumentare la chiarezza dei contratti e dei costi dei prodotti bancari, informando in modo comprensibile i consumatori prima della sottoscrizione dei vari contratti.

Per ciò che riguarda il credito al consumo, le regole adottate con decreto 141 del 2010 sulla base di una direttiva europea in materia hanno definito una nuova documentazione che le banche devono consegnare al cliente che si appresta a firmare un contratto di credito al consumo: è, appunto, l’IEBCC.

Cos’è e cosa significa IEBCC

IEBCC, per esteso si legge: “Informazioni Europee di Base per il Credito ai Consumatori” (in inglese Standard European Consumer Credit Information, in acronimo SECCI). È il documento d’informativa personalizzato (vedremo poi cosa significa) che le banche devono consegnare al cliente interessato ai prodotti di credito al consumo.

Cosa contiene l’IEBCC

Precedentemente, la normativa sulla trasparenza bancaria prevedeva la consegna al cliente di alcuni documenti, tra cui:

  • Il documento “Principali diritti del cliente”;
  • Il “foglio informativo” contenente le indicazioni sull’operazione creditizia offerta;
  • Il “documento di sintesi” con l’indicazione delle condizioni applicate al servizio.

La normativa, solo per ciò che riguarda il credito ai consumatori, ha sostituito definitivamente questi tre documenti con l’IEBCC. In buona sostanza è il testo che racchiude i tre documenti precedenti, dato che contiene:

  • I principali diritti di cui è titolare il cliente che sottoscrive un contratto di credito;
  • Le caratteristiche fondamentali del prodotto richiesto, con l’indicazione delle garanzie richieste per il rimborso del credito concesso;
  • Il dettaglio analitico dei costi che il cliente sosterrà nel momento in cui sottoscrive il contratto di credito: interessi, commissioni, spese e oneri accessori.

La struttura dell’IEBCC è fissa e non può essere modificata dal finanziatore. È composta di 5 sezioni che contengono le seguenti informazioni:

  1. Indicazioni sul finanziatore e sull’eventuale intermediario (identità e contatti);
  2. Caratteristiche principali del prodotto;
  3. Costi del credito;
  4. Altri aspetti legali;

La personalizzazione dell’IEBCC

Come si è anticipato, tale documento deve essere personalizzato. Vale a dire che, tenendo fissa la struttura obbligatoria, le informazioni in esso contenute dovranno essere adeguate alla richiesta del cliente e al prodotto offerto.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006