mutuo estinzione anticipata

Mutuo: come funziona e quando conviene l’estinzione anticipata

L’estinzione anticipata del mutuo è una possibilità prevista in qualunque contratto di questo tipo. In pratica, il debitore può estinguere il debito contratto prima della data pattuita con l’istituto di credito. Prima di optare per questa soluzione, comunque, ci sono degli elementi da prendere attentamente in considerazione.

Cos’è e come funziona

Con l’estinzione anticipata del mutuo, il debitore versa all’istituto di credito tutta la somma residua prima della scadenza contrattuale. Bisogna, a questo punto, fare una differenza tra estinzione parziale ed estinzione completa.

Estinzione parziale

In pratica, con l’estinzione parziale il richiedente decide di versare alla banca una data somma di denaro che viene sottratta dal debito residuo. In questo modo, sia la durata del mutuo sia l’importo delle rate sono ricalcolate di conseguenza (in quanto la somma totale da restituire, ovviamente, diminuisce).

Estinzione completa

Questo è il caso più semplice: il debitore decide di ripagare tutto il debito residuo con la banca. In sostanza, il debitore estingue il debito in una sola soluzione. In questo caso, però, bisogna considerare che il debitore deve pagare:

  • Le spese amministrative;
  • Gli interessi maturati dalla banca tra l’ultima rata e l’estinzione del mutuo.

La penale

Bisogna fare una ancora una differenza, introdotta, de facto, dalla legge Bersani (decreto n. 7/2007, convertito nella legge n. 40/2007):

  • Mutui sottoscritti a partire da febbraio 2007: per questi mutui, non bisogna versare alcuna penale per l’estinzione anticipata;
  • Mutui sottoscritti prima di febbraio 2007: è previsto il pagamento di una penale ma sempre la legge Bersani ha introdotto un tetto massimo che non può essere superato (qualora la penale fosse più alta, il debitore può chiedere alla banca di abbassarla fino al tetto massimo).

Estinzione anticipata del mutuo: conviene?

L’estinzione parziale, in linea di massima, conviene sempre, in quanto comporta una rimodulazione del piano di rientro e, in sostanza, nient’altro.

Diverso il caso dell’estinzione completa, che conviene solo all’inizio del mutuo, ovvero quando la maggior parte degli interessi non è ancora stata versata all’istituto di credito.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006