mutuo quando serve il garante

Sottoscrivere un mutuo: quando serve il garante?

Richiedere un mutuo è l’inizio della realizzazione di un sogno: quello, cioè, di possedere una casa propria. Si tratta anche di un passo importante che richiede un finanziamento per poter essere portato a compimento. Proprio per questo, è importante sapere quando serve il garante per richiedere un mutuo.

Le garanzie

L’ente con il quale si vuole accendere un mutuo richiede che il contraente possa fornire alcune garanzie sul fatto che la cifra sia effettivamente restituita nei tempi e nelle modalità pattuite. Tali garanzie possono essere diverse. Le più comuni sono:

  • Reddito dimostrabile (ad esempio, tramite contratto di lavoro a tempo indeterminato);
  • Assicurazione sulla casa;
  • Ipoteca.

Il ruolo del garante

Se non è possibile presentare alcuna garanzia (nessun lavoro fisso, stipendio troppo basso, età prossima a quella non più mutuabile), il richiedente può indicare una terza parte, il garante appunto, che si impegna a corrispondere le rate del mutuo qualora il contraente non potesse. Questo tipo di garanzia viene sancito con la stipula di una fideiussione.

È importante specificare un punto: il garante non si sostituisce al contraente ma subentra quando quest’ultimo non riesce a pagare la rata come pattuito. Però, il garante firma il contratto di mutuo accettandone tutte le clausole, come se fosse il titolare richiedente. Inoltre, dichiara di poter sostenere l’onere della rata presentando tutta la documentazione proprio come se fosse il richiedente del mutuo.

Chi è il garante

Il garante, in pratica, può essere chiunque presenti dei precisi requisiti, i quali vengono vagliati dall’ente che eroga il mutuo. Alcuni dei requisiti solitamente chiesti al garante sono:

  • Avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o una pensione;
  • Possedere degli immobili;
  • Non avere un eccessivo numero di debiti già contratti;
  • Avere un’età non superiore a una determinata soglia (generalmente 75 anni) alla fine del periodo del rimborso.

Il garante dovrà anche produrre i documenti che attestino la presenza effettiva dei relativi requisiti, come, ad esempio, dichiarazione dei redditi ed eventuali attestati di proprietà.

Agevolazioni mutui per giovani

Solitamente, la figura del garante è svolta da un genitore e, non a caso, si tratta di una soluzione alla quale ricorrono soprattutto i giovani. Inoltre, ci sono numerose agevolazioni per i giovani che vogliono comprare la prima casa: un ulteriore aiuto per realizzare il grande sogno di cui si parlava in incipit.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006