conto corrente per minorenni

Il primo conto corrente: come aprire un conto bancario per minorenni

Quando è arrivato il momento di passare dal salvadanaio a qualcosa di più orientato al futuro, i genitori possono pensare di aprire un conto corrente intestato ai figli minorenni. Potrebbe sembrare un’operazione piuttosto semplice, eppure bisogna tenere conto di alcune questioni che riguardano la tutela del minore. Ecco, dunque tutto ciò che c’è da sapere sull’apertura di un conto corrente bancario intestato a un minore di 18 anni: un’iniziativa che lo introdurrà nel mondo della gestione del risparmio.

Giovani risparmiatori: cosa c’è da sapere prima di aprire un conto per figli e nipoti

La legge prevede alcuni sistemi di tutela degli interessi del minorenne che le banche (e i genitori) devono rispettare. Accortezze che è bene conoscere prima di procedere all’apertura di un conto bancario per chi non ha raggiunto i 18 anni.

Nei casi in cui entrambi i genitori abbiano potestà piena, sono loro a rappresentare il minore. A loro è demandato il compito di amministrare i beni del giovane in modo congiunto. Lo stesso vale per il conto corrente bancario, la gestione del quale è compito dei due genitori . Ma solo per ciò che riguarda l’amministrazione ordinaria. Per l’amministrazione straordinaria ci si dovrà rivolgere al Giudice tutelare.

Amministrazione ordinaria e straordinaria

I genitori, anche disgiuntamente, potranno gestire il conto corrente del minore per tutte quelle operazioni che non comportino la diminuzione del suo patrimonio (ordinaria amministrazione). Nel caso in cui le operazioni vadano a intaccare l’entità del patrimonio del minore, si parla di amministrazione straordinaria e si richiede l’intervento di un Giudice tutelare. Tra queste operazioni è compreso il prelievo dall’istituto di credito di somme di cui il minore è titolare.

Tuttavia, le banche in genere prevedono, alla stipula del contratto di conto corrente, la definizione di operazioni minime di prelievo e di versamento che possono essere effettuate da genitori e dal minore stesso.

Come si apre un conto corrente bancario per il minore?

Entrambi i genitori dovranno essere presenti per firmare e controfirmare tutta la documentazione nel ruolo di esercenti la potestà genitoriale, definendo i limiti delle operazioni e chiedendo l’intestazione del conto al minore.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006