surroga mutuo quando si può fare

Quando si può fare la surroga del mutuo: le informazioni da sapere

Semplificando, la surroga del mutuo consiste nel “passare” un mutuo da una banca a un’altra (solitamente, perché la seconda garantisce delle condizioni migliori). Quando si può fare? La risposta è: in tutti i casi in cui il mutuo è stato stipulato con un intermediario bancario e finanziario (secondo quanto stabilito dall’articolo 1202 del codice civile).

Come funziona la surroga

Volendo essere più precisi, la surroga del mutuo funziona così: il creditore estingue un mutuo garantito da un’ipoteca e, contestualmente, ne stipula uno nuovo con un altro intermediario finanziario. Si parla di “portabilità dell’ipoteca” o di “surrogazione dell’ipoteca” perché l’ipoteca passa da una banca a un’altra.

La surrogazione non si applica soltanto ai mutui ma anche ad altre tipologie di finanziamento. Inoltre, alla surroga del mutuo non possono essere applicati costi aggiuntivi.

Quali mutui si possono surrogare: le condizioni

In pratica, si possono surrogare tutti i mutui, da quelli per la liquidità ai mutui per la prima casa. L’istituto di credito presso il quale è stipulato il “mutuo di partenza” non può opporsi alla volontà di surrogarlo da parte del richiedente. Però, affinché si possa procedere con la surroga, occorre che siano presenti queste condizioni:

  • Mutuo surroga e quietanza di pagamento devono avere una data certa;
  • La destinazione della somma mutuata deve essere chiaramente riportata nel contratto di mutuo;
  • Il debitore deve dichiarare la provenienza della somma impiegata nel pagamento.

I tempi minimi

La surroga del mutuo si divide in quattro atti:

  • Stipula del nuovo contratto di mutuo con il nuovo operatore/intermediario finanziario;
  • Estinzione del vecchio mutuo: con quest’atto, il richiedente dichiara, in sostanza, che estinguerà il vecchio debito utilizzando il denaro ottenuto dal nuovo mutuo stipulato con il nuovo operatore finanziario;
  • Presentazione dell’atto di surrogazione vero e proprio, con il quale il debitore dichiara che la nuova banca sostituisce la precedente in tutto e per tutto;
  • Quietanza del creditore originario: la banca originaria dichiara di aver ricevuto il pagamento per l’estinzione del debito.

La surroga del mutuo deve completarsi entro trenta giorni lavorativi dalla data in cui il debitore ha chiesto alla nuova banca di acquisire il debito originario.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006