Cessione del Quinto

I trend del mondo dei prestiti: il 2016 sarà l’anno della Cessione del Quinto

Il credito al consumo si sta riprendendo. Uno dei segnali è senz’altro il trend positivo che si è notato già a partire dal 2015 per ciò che riguarda il volume dei prestiti erogati contro Cessione del Quinto di stipendio e pensione.

Un mercato che vale 5 miliardi di euro, registrando una crescita anno su anno a due cifre. E il 2016, secondo gli esperti del settore, farà registrare un ulteriore incremento.

In molti prevedono che nel 2016 si vedrà la richiesta di prestito personale più orientata verso la Cessione del Quinto di stipendio e di pensione rispetto al passato, a discapito delle altre forme di finanziamento al consumo.

Un trend che porterà “l’industria del credito al consumo” a consolidare e diversificare l’offerta di Cessione del Quinto per mantenere i posizionamenti in un contesto di maggiore competizione.

Uno dei punti di forza del prodotto? Secondo Sandro Strazza, direttore affari di IBL Banca è la sua trasparenza e la sicurezza. Due caratteristiche che lo promuovono sempre di più agli occhi di consumatori (che ne hanno fiducia) e ai distributori (che evitano i problemi derivanti dalle sofferenze dei prestiti credito al consumo negli ultimi anni).

Il 2016, secondo gli esperti del settore, sarà l’anno della maturità della Cessione del Quinto: un anno da osservare con attenzione per capire quali saranno le evoluzioni che interesseranno l’offerta sia in termini di domanda che in termini di offerta di prodotti di finanziamento.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006