busta paga minima per finanziamento

La busta paga minima per un finanziamento? Ecco cosa bisogna sapere

Qual è la busta paga minima che bisogna avere per richiedere un finanziamento? Questa è una domanda molto comune tra tutti coloro che, appunto, stanno pensando di chiedere un finanziamento, ed è anche un’informazione fondamentale per poter pianificare il piano di rientro in tutta tranquillità.

Ebbene, non c’è una risposta unica e univoca. Perché la busta paga minima per ottenere un finanziamento dipende molto dal tipo di finanziamento che si vuole richiedere e, soprattutto, dal rispetto del reddito minimo di sussistenza.

Prestito personale

In linea di massima, per poter richiedere un prestito personale, il richiedente deve, al netto della rata mensile che poi dovrà restituire all’istituto di credito, avere un reddito netto mensile che sia almeno pari al reddito minimo di sussistenza.

Il reddito minimo di sussistenza, o salario di sussistenza, è quel reddito che assicura abbastanza denaro da permette di comprare ciò che è necessario per la sussistenza, come cibo e abbigliamento.

Va da sé, quindi, che il reddito minimo di sussistenza può variare da persona a persona e, soprattutto, da nucleo familiare a nucleo familiare.

Un esempio

Si consideri che una famiglia abbia bisogno di un reddito di sussistenza di mille euro al mese.

Ebbene, ogni mese, una volta pagata la rata del prestito personale, a quella famiglia devono restare almeno i mille euro netti necessari per la sussistenza.

Al riguardo, può essere utile consultare la pagina dell’Istat che permette di calcolare, ai prezzi correnti, il valore monetario del paniere di beni e servizi considerati essenziali per ciascuna famiglia.

Prestito senza busta paga

Qui vale la pena ricordare che, nominando un garante che si impegni a pagare la rata qualora il richiedente ne fosse impossibilitato, è possibile richiedere un prestito personale senza busta paga.

Cessione del quinto dello stipendio

Nel caso della cessione del quinto dello stipendio, bisogna considerare che:

  • La rata mensile non può mai superare in quinto (20%) dello stipendio netto mensile;
  • L’importo massimo richiedibile dipende dal reddito mensile percepito;
  • Anche in questo caso, ogni mese, una volta pagata la rata del finanziamento, al richiedente deve restare il reddito minimo di sussistenza.

Prestito con delega

Il prestito con delega è conosciuto come doppio quinto: può essere richiesto da chi ha già una cessione del quinto attiva e vuole richiedere un finanziamento in più; con il secondo finanziamento attivo, la rata mensile può arrivare massimo ai due quinti (da cui il nome) dello stipendio netto percepito.

Anche in questo caso, il richiedente non deve scendere al di sotto della soglia del reddito di sussistenza.

Soluzioni sostenibili

Nelle filiali di IBL Banca, consulenti professionali vi faranno delle proposte di finanziamento assolutamente sostenibili e nel più totale rispetto del reddito minimo di sussistenza.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006