prestito personale cessione del quinto differenze

Prestito personale o cessione del quinto? Ecco come scegliere

Quale scegliere tra prestito personale e cessione del quinto? Una domanda legittima per coloro che stanno valutando la forma di prestito più adatta alle proprie esigenze. In entrambi i casi, infatti, si tratta di credito al consumo (quindi il beneficiario del finanziamento può impiegare il denaro ricevuto come preferisce), ma la disciplina delle due tipologie di prestito le rende differenti in alcuni aspetti fondamentali che possono aiutare a decidere per quale delle due formule optare.

Prestito personale e cessione del quinto: le differenze

Per aiutarvi a scegliere tra prestito personale e Cessione del Quinto, bisogna innanzitutto conoscere le tre differenze più importanti che intercorrono tra le due tipologie di credito al consumo:

  • Il rimborso. La differenza più evidente tra prestito personale e cessione del quinto è senz’altro la modalità di rimborso del prestito. Nel prestito personale come rimborsare la rata viene definito nell’accordo tra le parti. Per la cessione del quinto non è possibile alcuna discrezionalità: la rata viene trattenuta ogni mese da pensione o stipendio.
  • La rata. Un’altra caratteristica che distingue il quinto da qualsiasi altro prestito è la rata. Nella cessione del quinto, la rata mensile non può mai superare il 20% dello stipendio o della pensione netta. Con il prestito personale, la rata può variare in base all’ammontare del finanziamento richiesto, alla durata scelta per il finanziamento e ad altri fattori.
  • Importo del prestito. Nel caso del prestito personale è fissato un tetto massimo all’importo erogato: ad esempio, la tetto massimo del prestito personale erogato da IBL Banca è 60mila euro. Nella cessione del quinto l’importo erogabile è condizionato dalla rata e, dunque, dall’importo di pensione o stipendio.

Quando conviene la cessione del quinto

La cessione del quinto è un’ottima soluzione per chi cerca un finanziamento semplice e senza pensieri, visto che la rata viene detratta direttamente. Inoltre, è un prestito che può arrivare a somme anche considerevoli, tutto dipende da quale sia l’ammontare della pensione o dello stipendio.

E non bisogna dimenticare che la cessione del quinto è un prestito che può essere richiesto anche dai cosiddetti “cattivi pagatori”, dal momento che la rata mensile viene detratta automaticamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico e versata all’istituto di credito.

Quando conviene il prestito personale

Il prestito personale è uno strumento molto flessibile, in quanto permette di stabilire l’importo, la rata mensile, la durata, tutto unicamente in base alle esigenze del richiedete.

Particolare non di poco conto, poi, si può ottenere il prestito anche senza busta paga: il prestito personale, infatti, permette di nominare un garante, il quale si impegna a versare la rata mensile qualora il richiedente del prestito ne fosse impossibilitato.

Appuntamento in filiale

Una volta scoperto quali sono le differenze principali tra prestito personale e cessione del quinto, non vi resta che prendere appuntamento in una delle filiali di IBL Banca: un consulente qualificato saprà consigliarvi sulla soluzione migliore in base alle vostre esigenze.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006