prestito personale cessione del quinto differenze

Le 3 differenze che dividono il prestito personale dalla Cessione del Quinto

Quali sono le differenze tra prestito personale e Cessione del Quinto? Una domanda legittima per coloro che stanno scegliendo la forma di prestito più adatta alle proprie esigenze. In entrambi i casi, infatti, si tratta di credito al consumo, ma la disciplina delle due tipologie di prestito le rende differenti in alcuni aspetti fondamentali che possono aiutare a decidere per quale delle due formule optare.

Per aiutarvi a scegliere tra prestito personale e Cessione del Quinto, ecco le 3 differenze più importanti che intercorrono tra le due tipologie di credito al consumo:

Il rimborso – La differenza più evidente tra prestito personale e Cessione del Quinto è senz’altro la modalità di rimborso del prestito. Nel prestito personale come rimborsare la rata viene definito nell’accordo tra le parti. Per la Cessione del Quinto non è possibile alcuna discrezionalità: la rata viene trattenuta ogni mese da pensione o stipendio.

La rata – Un’altra caratteristica che distingue il Quinto da qualsiasi altro prestito è la rata. Nella Cessione del Quinto è limitata dallo stipendio, di cui può essere al massimo 1/5.

Importo del prestito – Nel caso del prestito personale è fissato un tetto massimo all’importo erogato: 30.000 euro. Nella Cessione del Quinto l’importo erogabile è condizionato dalla rata e, dunque, dall’importo di pensione o stipendio.

Una volta scoperto quali sono le differenze principali tra prestito personale e Cessione del Quinto, vi invitiamo a continuare la navigazione del Magazine di IBL Banca con l’approfondimento Cessione del Quinto e prestito tradizionale: quale scegliere?

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006