plant growing out of coins with filter effect retro vintage style

Mutuo o prestito? Ecco la differenza

Mutuo o prestito? Come realizzare il sogno di una casa nuova? E quale soluzione scegliere?
Cerchiamo di fare chiarezza. Scopriamo insieme la differenza tra mutuo e prestito.

Il mutuo

È lo strumento deputato soprattutto all’acquisto di un bene immobile. Una forma di finanziamento sul lungo periodo in cui due parti, mutuante e mutuatario, s’impegnano in un contratto che prevede il rilascio di una ingente somma di denaro, e la sua restituzione sotto forma di rate e relativi interessi. Considerato l’importo elevato di un mutuo, le banche impongono al richiedente determinati requisiti d’accesso e garanzie.

Ecco le caratteristiche principali di un mutuo:

  • Somma. L’importo che viene concesso dalla banca è ingente, proprio perché finalizzato ad un acquisto di grande entità, un bene immobile appunto.
  • Rate. Il mutuo è rimborsabile tramite rate mensili, trimestrali o semestrali.
  • Durata. La restituzione può avvenire in un arco di tempo dilatato. Solitamente si parla di 30, 35 o 40 anni.
  • Garanzie. Un contratto di lavoro a tempo indeterminato, un reddito dimostrabile, un garante, un’assicurazione sulla casa e infine un’ipoteca: sono tutti strumenti con cui la banca si tutela rispetto ai possibili inadempimenti del mutuatario.
  • Interessi e spese accessorie. L’accensione di un mutuo per la casa comporta dei costi. Così pure la restituzione delle rate si porta dietro degli interessi. Al momento della stipula del contratto valutate attentamente anche questi aspetti.
  • Sgravi fiscali. La bella notizia, per chi acquista la sua prima casa, è che esistono degli sgravi fiscali di cui poter usufruire. C’è la possibilità, infatti, di detrarre parte degli interessi dalle tasse.
  • Tassi: Si può scegliere tra un tasso fiso o variabile, a seconda delle esigenze dei singoli e dell’andamento dei tassi di mercato

Il prestito

Quando non si ha la necessità di coprire l’acquisto di un bene immobile nella sua totalità, ma solo in parte, ecco che il prestito presenta le caratteristiche più confacenti al vostro obiettivo. Si tratta di una forma di finanziamento di breve durata (al di sotto dei 5 anni) e che contempla una somma inferiore a quella ottenibile grazie ad un mutuo.

Ecco le caratteristiche principali di un prestito:

  • Somma. Il prestito ha solitamente un importo modesto, di piccola entità.
  • Durata. La durata massima di un contratto di restituzione di un prestito si aggira intorno ai 10 anni. Un tempo enormemente inferiore rispetto al mutuo.
  • No sgravi fiscali. Il prestito a differenza del mutuo non prevede la possibilità di usufruire di sgravi fiscali, in virtù della somma, ridimensionata, e dei tempi, brevi, di restituzione.
  • Nessun obbligo di motivazione. A meno che il prestito non sia finalizzato ed assuma quindi le caratteristiche di un vero e proprio prestito casa. A quel punto la somma è destinata ad una finalità ben precisa. Quando ciò non accade, non si è tenuti a dichiarare lo scopo di utilizzo della somma accordata, che può essere anche impiegata per ristrutturazione o arredamento.
  • Tasso: Il tasso è fisso per tutta la durata del finanziamento.

La differenza

Ricapitolando, di seguito elenchiamo le principali differenze tra mutuo e prestito:

  • Entità della somma. Ingente per il mutuo, di piccola entità nel caso di un prestito.
  • Durata. Lungo periodo se si sceglie il mutuo, anche 40 anni, breve periodo se opzionate un prestito, fino a 10 anni.
  • Tempistiche. Potete ottenere un prestito in tempi relativamente brevi. Con il mutuo questo non accade, dal momento che si passano al vaglio requisiti e garanzie, prima di procedere ad accordarlo. I tempi, dunque, inevitabilmente si allungano.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006