prestito-delega-rinnovo

Prestito con delega: ecco come procedere al rinnovo

Può essere richiesto anche con un finanziamento in corso e senza specificare la finalità: stiamo parlando del prestito con delega, il prestito in più per i lavoratori dipendenti. Scopriamo insieme quali sono gli step per procedere ad un rinnovo.

Il prestito con delega: la soluzione in più

Il prestito con delega è una particolare tipologia di prestito personale non finalizzato, a tasso fisso e rata costante.  Si tratta di una forma complementare di finanziamento, nel caso in cui sia già in corso un altro tipo di finanziamento, come ad esempio, un contratto di cessione del quinto. Per questa ragione il prestito con delega è anche noto come doppio quinto. Presenta tutti i requisiti di comodità e flessibilità in termini di trattenuta sullo stipendio e la rata di rimborso incide, appunto, per un altro quinto. È dedicato esclusivamente a lavoratori dipendenti di ruolo e con contratto a tempo indeterminato.

Grazie al prestito con delega potete sfruttare l’opportunità di richiedere una somma aggiuntiva anche se avete già un altro finanziamento in atto. Comodità, convenienza e semplicità sono caratteristiche di questa tipologia di prestito la cui erogazione è diretta, senza spese di intermediazione. Avete la facoltà di estinguerlo quando lo desiderate, ma anche di procedere ad una rinegoziazione.

Il rinnovo

Il rinnovo o rinegoziazione, essendo una nuova richiesta di prestito con delega che avviene previa estinzione del prestito precedente, è soggetto ad un nuovo percorso istruttorio e di approvazione. Chi decide di rinnovare anticipatamente la delegazione di pagamento in corso, per ottenere un nuovo finanziamento, può richiederlo prima della scadenza, avendo ben chiaro quale sia il vantaggio economico derivante.

Vi sono però degli step da rispettare:

  • Va stimato l’importo che rimane da rimborsare;
  • Deve essere stato raggiunto il 40 % del piano d’ammortamento;
  • Si potranno recuperare gli interessi passivi non maturati e parte dei premi assicurativi non goduti.

Per fare un esempio: un prestito con delega della durata di 120 mesi sarà rinnovabile dopo 48 mesi, ossia solo dopo aver raggiunto il 40 % del tempo.

Quando si ha un piano di ammortamento inferiore alle 60 rate, il rinnovo può essere richiesto in qualsiasi momento a condizione che si accetti di stipulare un nuovo contratto che preveda un piano di ammortamento della durata di 120 rate (l’ultima rata deve estinguersi entro l’ottantancinquesimo anno di età), quindi almeno decennale.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006