Cos’è internet of things

La vita computerizzata è già qui: ecco cos’è l’Internet of Things

Cos’è l’Internet of Things? È una domanda che in molti in questi tempi si sono posti: se ne sente sempre più parlare, ed è sempre più  presente nelle nostre vite, a volte anche quasi inconsapevolmente.

È un concetto tanto astratto quanto ben definito: in parole semplici, rappresenta l’interconnessione tra tutti i dispositivi e oggetti tecnologici che si usano nel quotidiano, conferendogli la capacità di avere una propria intelligenza.

Un esempio pratico e non molto distante dalla realtà che ci aspetta tra circa 10 anni riferito all’IoT nell’ambito della domotica: state dormendo nel vostro letto, la sveglia acquisisce da internet le informazioni sul traffico nel tragitto per andare a lavoro e capisce che, a causa di un incidente, perdereste più tempo per arrivare. Parallelamente l’automobile gli ha indicato la necessità di dover fare benzina prima di arrivare in ufficio e, tenendo conto dei tempi medi che impiegate per prepararvi, inizia a suonare con 25 minuti di anticipo: nel frattempo, comanda alla macchinetta del caffè di iniziare a preparare la colazione e alla televisione di accendersi sul canale in cui stanno trasmettendo il notiziario della mattina. Siete pronti davanti l’ingresso di casa, e proprio mentre state per uscire il vostro smartwatch (come l’Apple Watch) emette un avviso: capisce che state andando via da casa e vi ricorda di prendere le medicine che vi stavate dimenticando.

L’intero processo che regola l’Internet of Things si basa su due pilastri: il monitoraggio e il controllo. La prima fase è quella che permette appunto di monitorare e analizzare determinati fattori, rendendo il dispositivo un sensore. I dati raccolti vengono elaborati e permettono al dispositivo di “comandare” un altro oggetto, processo.

Le stime di Gartner, società leader nelle analisi in campo IT ritengono che entro il 2020 saranno almeno 25 miliardi gli oggetti interconnessi in tutto il globo. Ma il processo che porterà a una grande diffusione dell’IoT è ancora lungo. Non solo perché la maggior parte della gente non sa ancora con precisione cos’è l’Internet of Things e come sfruttarlo,  ma anche per il problema sicurezza: un attacco hacker potrebbe letteralmente mettere a repentaglio la vita di un individuo.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006