consigli per lavorare da casa

Smart working: 7 preziosi consigli per lavorare da casa

Lavorare da casa è una realtà che diventerà sempre più diffusa nei prossimi anni. I vantaggi sono tanti, da minori costi per l’azienda a maggiore produttività del dipendente. E per gestire lo smart working/lavoro da remoto al meglio, ci sono sette utili consigli da seguire.

1. Postazione

La postazione di lavoro deve essere il più confortevole possibile. Ci si può concedere, magari, piccole libertà, come avere foto o sticker.

È bene che la postazione di lavoro sia sempre la stessa e in una zona dedicata, in modo da non accavallarsi con gli ambienti della casa dove si svolge la vita privata.

2. Organizzazione

Lavorando da casa, spesso si tende a essere più flessibili nelle attività.

Invece, bisogna pianificare, in maniera attenta e rigorosa, tutte le attività da svolgere, dandosi delle scadenze e riempiendo il più possibile la giornata lavorativa.

3. Orari

Lo smart working, per legge, non prevede degli orari fissi.

Però, lavorando da casa è consigliabile mantenere gli stessi orari che si avevano in ufficio: così facendo, si lavora in maniera più efficiente e si evita che lavoro e vita privata si confondano.

4. Pause

Il lavoro da casa, prevalentemente, si svolge davanti a un PC.

Le pause sono sacre: bisogna alzarsi dal PC, al massimo, ogni due ore (l’ideale sarebbe ogni ora e mezza) e concedersi delle maritate pause di circa 15 minuti. Pause durante le quali uscire fuori, fare stretching, magari scambiare due chiacchiere con qualcuno in casa.

5. Comunicazione

L’isolamento è uno dei rischi legati al lavoro da casa. Isolamento dai colleghi, più che altro.

Ogni giorno, cercare delle occasioni per confrontarsi con i colleghi, scrivendo, chiamando o facendo videochiamate. Questo accorgimento aiuta a mantenere i necessari contatti con i colleghi, a distrarre la mente dalla routine, a non far diventare il lavoro solo una monotona ripetizione di attività.

6. Alimentazione

A casa, il cibo è una tentazione alla quale è difficile resistere.

Eppure bisogna farlo. In smart working, occorre mantenere un’alimentazione sana ed equilibrata (pur concedendosi qualche piacevole ma non costante eccezione): chi lavora da casa, infatti, finisce per avere una vita molto sedentaria.

7. Movimento

Lavorare da casa fa guadagnare tempo. Il tempo che prima serviva per andare a lavoro di mattina e tornare a casa di sera.

Questo tempo andrebbe impiegato per praticare sport, che fa bene a priori e, collegandosi al punto precedente, permette di evitare i rischi di una vita eccessivamente sedentaria.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Partita IVA 14994571009