bonusmalus-rca

Cos’è il Bonus/Malus: il sistema premiante progressivo dell’assicurazione RCA

Guidare con prudenza è di sicuro la raccomandazione più importante quando si parla di auto. Ma lo è altrettanto gestire con oculatezza la propria assicurazione RCA. Un’operazione, questa, che richiede un’attenta analisi dello scenario. Ma, soprattutto, sapere cos’è e come funziona il sistema Bonus/Malus.

È importante conoscere le diverse situazioni che possono presentarsi relativamente alle classi di merito, ad esempio, per poter godere di sconti e agevolazioni come quelli concessi dal Decreto Bersani. Vediamo quindi come funziona questo sistema premiante progressivo.

Che cosa s’intende per Bonus/Malus

Se si è virtuosi e non si provocano sinistri, si pagherà di meno. In caso contrario, si dovranno sostenere dei costi aggiuntivi. Questo, in estrema sintesi, il funzionamento del sistema Bonus/Malus delle polizze assicurative di responsabilità civile delle auto.

Conoscere la formula Bonus/Malus può mettere in luce aspetti interessanti poiché tale meccanismo fornisce diversi vantaggi.

  • I guidatori diligenti, infatti, possono risparmiare ogni anno sui premi assicurativi ed essere promossi a una classe di merito superiore.
  • In più, se si decide di cambiare compagnia, non si perdono i vantaggi acquisiti.

Cosa sono le classi di merito e come funzionano

La classe di merito è un parametro utilizzato dalle compagnie assicurative per la determinazione della tariffa annuale da pagare per il proprio veicolo. È gestita e valutata da ogni compagnia in modo differente. Queste valutazioni variano nel tempo, conviene quindi sempre effettuare un confronto delle tariffe per capire qual è la migliore soluzione al momento. Gli automobilisti più prudenti, ovviamente, avranno maggiori possibilità di mantenere una classe di merito economica.

  • Le classi sono 18.
  • La prima è quella che dà diritto alle tariffe più vantaggiose, la 18° è invece la più costosa.
  • Quando si stipula la prima assicurazione auto, si viene automaticamente inseriti nella 14° classe di merito, sempre che non si abbia la possibilità di avvalersi del Decreto Bersani.
  • Se si è concluso l’anno senza provocare incidenti, il sistema Bonus/Malus premierà il cliente promuovendolo in 13° classe (bonus), al contrario subirà un declassamento con conseguente aumento dei costi assicurativi (malus).
  • In base alla classe di merito stabilita per il cliente, la compagnia assicurativa decide il premio assicurativo da pagare.

Cosa prevede la normativa: le agevolazioni

Nel 2007, il Decreto Bersani, con riferimento all’assicurazione auto, ha introdotto una serie di agevolazioni. Vediamole nel dettaglio:

  • in caso si sottoscriva una assicurazione RCA per l’acquisto di un secondo veicolo, il cliente ha la facoltà di conservare la classe di merito acquisita con il primo veicolo di proprietà;
  • si può stipulare un nuovo contratto di assicurazione acquisendo la classe di merito di un famigliare convivente.

L’ultimo punto rivela che esiste un modo per evitare l’intera trafila partendo dalla classe di merito CU (Classe Universale) numero 14. Il Decreto concede infatti al neo-assicurato la possibilità di entrare nella stessa classe di contribuzione posseduta da un proprio famigliare convivente (genitori, fratelli, coniugi). E questo è uno degli aspetti più interessanti da sapere riguardo al funzionamento del sistema Bonus/Malus.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006