indennizzo-diretto-cose

Indennizzo diretto: cos’è, come funziona, condizioni ed eccezioni

Quando ci si mette alla guida, è doveroso pensare alle precise responsabilità che sottendono questa azione, ormai quasi meccanica per molti di noi. La possibilità che si verifichino sinistri, anche se di entità trascurabile, è sempre in agguato, e questo o per nostra negligenza, o per distrazione da parte di altri. In ogni caso, è sempre bene essere adeguatamente informati su una parte dell’assicurazione RC auto che riguarda l’indennizzo diretto.

Che cos’è? Come funziona questo meccanismo di risarcimento? Noi proviamo a spiegarvi in parole semplici quali sono le condizioni di applicabilità, quali le eccezioni e come richiederlo.

Condizioni

In caso di sinistri, esistono precise situazioni che determinano l’applicazione del meccanismo dell’indennizzo diretto e sono le seguenti:

  • Il sinistro deve verificarsi in Italia;
  • Il sinistro non deve aver provocato lesioni gravi a persone;
  • In caso di lesioni riportate dal conducente, queste non devono superare il 9% di invalidità permanente;
  • In caso di lesioni di terzi, queste devono superare il 9%;
  • I soggetti coinvolti devono risiedere in Italia;
  • I veicoli coinvolti devono essere due: a motore, immatricolati e assicurati in Italia;
  • I veicoli devono essere entrati in contatto.

Eccezioni

Esistono anche delle condizioni che non consentono di applicare il risarcimento diretto e si verificano quando:

  • I sinistri non avvengono su suolo italiano;
  • Vi sono più di due veicoli coinvolti;
  • La controparte risiede all’estero;
  • Lesioni superiori al 9% di invalidità permanente;
  • È coinvolto un ciclomotore dotato di vecchia targa (non corrispondente quindi, al sistema di targatura entrato in vigore dal 2006).

Come funziona

Potete richiedere il risarcimento direttamente alla compagnia assicurativa e questo vi consente di snellire e velocizzare la procedura.  La domanda di indennizzo diretto va presentata, assieme alla denuncia, a mezzo di raccomandata a/r. L’assicurazione deve compilare e proporre la propria offerta di indennizzo rispettando i seguenti tempi:

  • 60 giorni dal ricevimento della richiesta, per danni al veicolo e a cose;
  • 90 giorni dal ricevimento della richiesta, in caso di lesioni riportate da persone.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006