prestito personale piano ammortamento

Prestito personale: cos’è e come calcolare il piano di ammortamento

Le cose da sapere prima di chiedere un prestito personale sono diverse. Così come gli aspetti da considerare. Uno dei questi, sicuramente importantissimo, è rappresentato dal piano di ammortamento: fondamentale per capire se la restituzione del prestito personale sia o meno sostenibile per le proprie finanze.

Cos’è il piano di ammortamento

In pratica, il piano di ammortamento è un programma di estinzione del debito contratto. Semplificando molto il concetto, il piano di ammortamento stabilisce, per un dato prestito, quanti soldi il contraente dovrà restituire di mese in mese (la rata, in sostanza) per estingue il debito nei tempi previsti nella stipula.

Consigli per gestire al meglio il piano di ammortamento:

  • Valutare bene le proprie possibilità economiche prima di stipulare un prestito;
  • Stabilire con precisione di quale cifra si ha bisogno;
  • Valutare, con attenzione, quale potrebbe essere la rata mensile effettivamente sostenibile, per evitare di ritrovarsi in difficoltà economiche;
  • Prendere appuntamento con un istituto di credito, così da parlare con un esperto che saprà consigliare per il meglio.

Come si calcola il piano di ammortamento

Per calcolare il piano di ammortamento di un prestito personale, c’è bisogno di tre cose:

  • L’ammontare della cifra totale richiesta tramite prestito personale;
  • La durata in mesi del prestito personale;
  • Il tasso di interesse nominale (il TAN, da non confondere con il TAEG), espresso in percentuale.

A questo punto, come prima cosa bisogna dividere il totale del prestito per la durata del prestito, così da sapere, di mese in mese, quanto bisogna restituire.

Poi si devono calcolare gli interessi complessivi, calcolando il TAN (una semplice percentuale) del prestito personale.

Gli interessi vanno “spalmati” in maniera decrescente per tutta la durata del prestito: si pagheranno più interessi nei primi mesi e meno interessi man mano che ci si avvicina all’estinzione completa del prestito personale.

Facendo la somma della quota capitale mensile e della quota di interesse mensile, si ha l’importo della rata mensile.

Visto che si tratta, comunque, di un calcolo molto delicato, come già detto il consiglio migliore, per avere un piano di ammortamento affidabile, è prendere appuntamento con un istituto di credito e chiedere un consulto a un consulente qualificato.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006