TFS a chi spetta

TFS: a chi spetta il vecchio trattamento di fine servizio?

TFS è un acronimo che sta per trattamento di fine servizio. Simile, per certi versi, al più conosciuto TFR, una delle domande più comuni in merito è: a chi spetta?

A chi spetta

Il trattamento di fine servizio è un’indennità che viene corrisposta alla fine di un rapporto di lavoro, che sia per la pensione o per altri motivi. Il TFS spetta esclusivamente ai dipendenti pubblici e statali che siano stati assunti entro il 31 dicembre 2000. La peculiarità del TFS è che ha sia natura retributiva sia previdenziale.

Invece, per tutti i dipendenti pubblici e statali assunti a partire dal 1 gennaio 2001, il TFS viene sostituito dal TFR, il quale invece ha natura contributiva.

Dopo quanto tempo

Oltre a chi spetta, un’altra delle domande più comuni sul trattamento di fine servizio è: quando viene pagato il TFS? Domanda non di poco conto, visto che la pensione è anche un momento per disporre di liquidità immediata che può essere usata per realizzare un sogno, aiutare famigliari o fare quei piccoli, grandi lavori che, per motivi vari, sono sempre stati rimandati negli anni.

Ebbene, per ricevere tutto il TFS, il pensionato deve attendere un tempo che può andare da un minimo di un anno a un massimo di tre anni. La variazione di tempo dipende molto dall’ammontare del trattamento di fine servizio: in altre parole, maggiore è il TFS, maggiore sarà il tempo che si dovrà attendere prima di ricevere tutta la somma.

Una soluzione

Come fare per poter avere in tempi brevi quanto spetta dal trattamento di fine servizio? Una soluzione è rappresentata da TFSubito di IBL Banca: fino al 95% del TFS maturato viene corrisposto in un’unica soluzione e per un massimo 300mila euro.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006