aprire conto corrente consigli

Aprire un conto corrente: ecco 8 consigli per chi si fa le domande giuste

Aprire un conto corrente è divenuta un’attività piuttosto semplice. Tuttavia non sempre si pone la giusta attenzione al tipo di conto che si sta aprendo: risponde davvero alle nostre esigenze? Può soddisfare i nostri bisogni? Per questo vogliamo fornire alcuni consigli che vi possono aiutare nella valutazione del conto corrente da aprire, partendo dalle domande giuste da porsi nel momento della scelta.

Esigenze personali o necessità familiare?

La risposta a questa domanda può aiutarci a capire quali sono le finalità del conto che stiamo per aprire. Inoltre, se il conto è cointestato bisognerà fare attenzione a un eventuale limite di operazioni mensili previste.

Quante sono le operazioni previste sul conto su base mensile?

Sapere quante saranno (orientativamente) le operazioni da effettuare su base mensile può aiutare a valutare la spesa legata ai relativi costi, per valutare quale conto possa essere più conveniente per noi.

Online od offline?

Le formule di conto corrente online sono solitamente più economiche; l’economicità, poi, non è l’unico vantaggio dell’online banking. La valutazione da fare, però, è sul nostro grado di dimestichezza nell’utilizzo degli strumenti online e sulla conoscenza dei principi della sicurezza online. I nuovi strumenti messi a disposizione dalle migliori banche sono, comunque, di facile utilizzo e basterà un po’ di accortezza nella navigazione online per essere al riparo dai rischi del web.

Chi preferisce recarsi allo sportello per le operazioni, dovrà scegliere di aprire il conto corrente che non preveda costi aggiuntivi per le operazioni offline.

Carta di debito quale scegliere?

Nella valutazione del conto corrente da aprire diventa sempre più importante valutare correttamente gli strumenti di pagamento e di gestione offerti, come le carte di debito. A seconda che le nostre abitudini di pagamento prevedano più il ricorso ai POS o agli ATM, si potrà scegliere per carte di pagamento o bancomat dai costi più convenienti.

La carta prepagata può essere sufficiente?

Le carte prepagate permettono di effettuare acquisti e prelievi di contante online e offline, con un grado di sicurezza sul tetto di spesa. Se si prevedono spese controllate, questo tipo di carta può essere una buona soluzione alternativa alla carta di debito.

Alcune carte prepagate dotate di IBAN, funzionano da conto corrente e possono effettuare e ricevere versamenti proprio come un conto, con tutta la praticità della carta.

Si sfrutterà lo scoperto di conto?

Nel caso in cui si ha intenzione di ricorrere a un piccolo prestito di breve durata, si consiglia di valutare le offerte di prestito al consumo. Un’alternativa può essere anche il fido o lo scoperto sul conto, ma vanno valutati attentamente i costi.

Si sfrutterà la domiciliazione?

Per chi ha uscite ricorrenti, come il pagamento di bollette, affitti o rate, il servizio di domiciliazione può tornare utile.

Quali servizi accessori possono tornare utili?

In fase di apertura del conto corrente è importante valutare la necessità di poter fruire di servizi accessori come, ad esempio, il deposito titoli.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006