Documenti necessari per la richiesta di Cessione del Quinto

Cessione del quinto: tutti i documenti necessari

La richiesta per un prestito con cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una procedura piuttosto semplice. Si può affrontare tranquillamente, anche se non si sono mai avuti rapporti con banche e intermediari finanziari. Tra le prime fasi di richiesta c’è l’acquisizione dei documenti necessari per aprire l’istruttoria per la concessione del prestito.

Per arrivare preparati a questa fase e abbattere il tempo necessario a ottenere il finanziamento, può essere utile sapere in anticipo di quali documenti si ha bisogno per la richiesta di una cessione del quinto dello stipendio. Ecco, dunque, una breve checklist che tornerà utile a chi è interessato a questa forma di credito al consumo.

I documenti per richiedere una cessione del quinto

I documenti da produrre per richiedere la cessione del quinto sono specifici in base a chi inoltra la richiesta.

Dipendenti (privati, pubblici e statali)

  • Documento di identità e codice fiscale;
  • Ultime due buste paga, CUD e certificato di stipendio (rilasciato dal datore di lavoro);
  • Eventuale altra documentazione specifica nel corso dell’istruttoria.

Pensionati

  • Documento di identità e codice fiscale;
  • Ultimi due cedolini pensione, CUD e certificato di pensione (rilasciato dall’ente pensionistico);
  • Eventuale altra documentazione specifica nel corso dell’istruttoria.

Nel corso dell’istruttoria potrà essere necessario presentare ulteriori documenti. Ad ogni modo, quelli sopra elencati, sono i documenti fondamentali per fornire gli elementi essenziali per avviare la pratica d’istruttoria che precede la concessione del prestito.

Come funziona la cessione del quinto

La cessione del quinto è un prestito dedicato ai dipendenti privati e ai dipendenti pubblici e i documenti necessari per ottenerlo sono facilmente reperibili in poco tempo.

Il concetto è molto semplice. In sostanza, un prestito con cessione del quinto si chiama così perché la rata non può essere superiore al 20% (un quinto) dello stipendio o della pensione. Una volta stipulato il prestito, la rata viene automaticamente detratta dallo stipendio netto mensile o dalla pensione netta mensile.

Quanto si può chiedere

Non esiste propriamente un limite all’entità del finanziamento che si può richiedere tramite cessione del quinto. È possibile, comunque, fare un calcolo approssimativo sapendo che:

  • La rata mensile non può superare il 20% dello stipendio netto o della pensione netta;
  • Il finanziamento può durare da un minimo di 24 mesi a un massimo di 120 mesi.

Facendo un semplice calcolo, è possibile avere la cifra orientativa. Ma per avere informazioni più precise e chiedere a un consulente, si può cercare la più vicina filiale di IBL Banca.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006