prestiti per riqualificazione energetica

Prestiti per la riqualificazione energetica, il finanziamento per il risparmio

La riqualificazione energetica degli edifici è una tripla opportunità. Esistono infatti benefici diretti e indiretti che permettono di ammortizzare la spesa in poco tempo e non solo. Il più delle volte, però, gli interventi di efficientamento delle abitazioni richiedono una spesa che supera la liquidità disponibile. Per questo, la riqualificazione energetica è strettamente legata ai prestiti, e non c’è prestito più indicato per questo obiettivo del prestito personale.

Prima di analizzare la tipologia di prestito, andiamo a scoprire quali sono le reali opportunità offerte dalla riqualificazione energetica.

Cosa s’intende per riqualificazione energetica

Con il termine “riqual21ificazione energetica”, l’Agenzia delle entrate intende:

  • Miglioramento termico dell’edificio (rivestimento dell’edificio, pavimenti, finestre e infissi);
  • Installazione di pannelli solari;
  • Sostituzione d’impianti di climatizzazione.

Risparmio sul consumo energetico

Per coloro che hanno in programma di ristrutturare casa o di apportare modifiche nella struttura, nei serramenti o nella dotazione di generatori di energia rinnovabile, il miglioramento delle performance energetiche dell’abitazione è un investimento per il risparmio futuro in termini di energia primaria per il comfort abitativo.

Un risparmio che parte dal 20% della spesa attuale e che può arrivare fino al 70%.

Risparmio per detrazioni fiscali

Per le spese sostenute per la riqualificazione energetica fino a dicembre 2015 si può usufruire di una detrazione fiscale del 65%. Dal 1 gennaio 2016 la detrazione sarà del 36%. Facilitazioni fiscali apprezzabili, soprattutto se sono la prima parte di un risparmio che diventerà costante.

Quali sono le spese che possono essere detratte? Ecco di seguito l’elenco:

  • Interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti che permettono un risparmio del 20% per la climatizzazione invernale.
  • Interventi su edifici esistenti relativi alla strutture opache verticali od orizzontali (coperture e pavimenti), finestre e gli altri serramenti che delimitano l’involucro riscaldato.
  • Installazione di pannelli solari per l’acqua calda.
  • Sostituzione impianti di climatizzazione invernale.
  • Sostituzione di scaldabagni tradizionali.

Meno CO2

La riqualificazione energetica non ha effetti benefici solo sul nostro portafoglio. Una casa più efficiente è anche sinonimo di abbattimento dell’emissione nell’ambiente di CO2 derivante dal minor consumo di energia, gas e gasolio.

Un prestito personale per la riqualificazione energetica

Quello della riqualificazione energetica è un investimento che non tarderà a dare i propri frutti in termini di risparmio sulla bolletta energetica. Inizialmente, però, richiede uno sforzo economico che non è alla portata di tutti. Tuttavia, per realizzare i vostri sogni di una casa più green, ci sono i prestiti non finalizzati.

I prestiti personali sono i più indicati per raggiungere questo obiettivo per tante ottime ragioni:

  • Condizioni flessibili e personalizzabili;
  • Liquidità disponibile in tempi relativamente brevi;
  • Non c’è bisogno di aprire nuovi conti correnti.

Per scoprire di più sui prestiti personali e su come possono realizzare il vostro progetto di riqualificazione energetica della vostra casa, leggete qui.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006