assicurazione-auto-scaduta-2017

Assicurazione auto scaduta: tutto quello che c’è da sapere per il 2017

Guidare l’auto comporta delle responsabilità. Una di queste implica il rinnovo dell’assicurazione. Mettersi al volante di una macchina con assicurazione scaduta, comporta delle sanzioni, anche in caso di sinistro, visto che il risarcimento vi sarebbe negato. Vediamo allora quali sono le cose che dovette assolutamente sapere sull’assicurazione auto scaduta, e le relative novità del 2017.

Nessun tacito rinnovo

Il rinnovo dell’assicurazione auto non è più automatico. E questo per effetto dell’articolo 170-bis del Decreto Legge 179/2012 che introduce, appunto, l’esclusione del tacito rinnovo dalle polizze assicurative. Prima del 2013, infatti, nei contratti era inserita una clausola che consentiva alla compagnia assicurativa di considerare automaticamente rinnovato il contratto, in caso di assenza di disdetta da parte del cliente, entro 60 giorni dalla scadenza. Oggi non è più così, ricordatelo in caso di assicurazione auto scaduta.

15 giorni di tolleranza

Vi sarà capitato di chiedervi per quanto possiate ancora circolare con la vostra autovettura, se siete in possesso di un’assicurazione scaduta. Bene, il tempo limite è fissato a 15 giorni. Questo tempo di tolleranza, successivo alla scadenza della vostra polizza assicurativa, vi consente di evitare sanzioni ed essere multati dalle autorità.

Questo grazie alla circolare del 14 febbraio 2013, emanata dal Ministero dell’Interno in cui si stabilisce che, in attesa di stipulare un nuovo contratto, l’assicurato può esibire il contrassegno scaduto per un tempo di 15 giorni, continuando a godere della copertura RC Auto. Il contrassegno assicurativo non si deve più esporre a far data dal 18 ottobre 2015 e le Compagnie assicurative non lo rilasciano più. I controlli da parte delle autorità competenti avvengono tramite la verifica della targa.

Ad ogni modo, solitamente la compagnia assicuratrice è tenuta almeno un mese prima della scadenza ad inviarvi un promemoria, rammentando la scadenza prossima relativa al contratto sottoscritto.

Ricordate che il periodo di tolleranza è:

  • Previsto dalla normativa in merito;
  • Valido solo in Italia;
  • Contemplato sia nelle assicurazioni semestrali sia in quelle annuali;
  • Valido per la sola responsabilità civile.

Le condizioni ad oggi

  • Le compagnie assicurative possono stipulare con il cliente un contratto semestrale o annuale, che contenga al suo interno un esplicito riferimento al divieto del tacito rinnovo.
  • La compagnia ha l’obbligo di avvisare il suo cliente almeno 30 giorni prima della scadenza dell’assicurazione auto.
  • È consentito esibire un’assicurazione auto scaduta solo nei 15 giorni successivi alla scadenza.
  • Nelle due settimane supplementari a disposizione, l’assicurato deve decidere se continuare a servirsi della stessa compagnia oppure se sottoscrivere un nuovo contratto.
  • In seguito alle nuove disposizioni si stabilisce, come unico segno di riconoscimento per l’auto, la sua targa, dalla quale è possibile ricavare i dati relativi sia alla vettura, che al suo proprietario.

Grazie a questa procedura si evitano anche casi di falsificazione dei tagliandi.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006