buone abitudini per risparmiare energia

Buone abitudini per risparmiare energia elettrica: basta davvero poco

Tenere le spese sotto controllo è sempre una cosa buona cosa da fare, perché si evita di spendere soldi inutilmente e, allo stesso tempo, si fa qualcosa per dare una mano all’ambiente. Come riuscirci? Semplice, basta seguire queste buone abitudini per risparmiare energia e il gioco è fatto. Sia il portafoglio sia l’ambiente ringrazieranno.

Gestire bene il condizionatore

Si può tenere casa fresca anche senza bisogno di utilizzare il condizionatore o, quanto meno, utilizzandolo il giusto, in modo che non pesi sulla bolletta di casa. Ovvero:

  • Chiudere le finestre, in modo che il caldo resti fuori;
  • Spegnere le luci, che generano calore;
  • Evitare di utilizzare elettrodomestici non necessari, visto che anch’essi generano calore;
  • Ricorrere al ventilatore, sicuramente più economico in termini di consumi;
  • Installare infissi e serramenti che riducano gli sbalzi termici.

Gestire bene il riscaldamento

Dall’estate all’inverno, per così dire. Si può facilmente risparmiare sul riscaldamento. Ad esempio, regolando la temperatura, che dovrebbe aggirarsi sempre sui 23-24°C; riscaldando solo gli ambienti necessari; isolando termicamente la casa e assicurandosi che l’impianto di riscaldamento funzioni correttamente.

Usare soltanto gli elettrodomestici che servono

Elettrodomestici e, in generale, tutto ciò che richiede energia per funzionare. Ad esempio, si possono spegnere le lampadine se in una stanza non c’è nessuno, o utilizzare la lavastoviglie solo quando è completamente piena, così da risparmiare, oltre che energia elettronica, anche acqua.

Inoltre, sarebbe bene acquistare elettrodomestici di classe A+++, che garantiscono un ridotto consumo di energia elettrica.

Riqualificazione energetica

Gli interventi di riqualificazione energetica di un edificio comprendono lavori che mirano a rendere l’edificio più efficiente dal punto di vista termico, il che comporta un minore ricorso a riscaldamento/condizionamento e, quindi, un risparmio di energia.

Alcuni interventi di questo tipo sono, ad esempio, l’installazione di pannelli solari, o il miglioramento termico dell’edificio. E per realizzare i lavori, si può ricorrere a un prestito per la riqualificazione energetica.

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Partita IVA 14994571009