Prestiti personali: quali sono e come sceglierli secondo le esigenze

Il prestito personale è un finanziamento non finalizzato che consente di ottenere la liquidità di cui si ha bisogno senza dover necessariamente specificare le motivazioni che sono alla base della richiesta.

Alcune variabili di accesso definiscono le principali caratteristiche dei prestiti personali. Approfondiamo l’argomento per conoscere meglio questa forma di credito al consumo.

Criteri di definizione del prestito personale

Il prestito personale poggia le sue basi su un tasso di interesse fisso e viene restituito secondo un piano di ammortamento che prevede rate costanti e continuative in un arco di tempo prestabilito tra un minimo di 12 mesi un massimo di 120.

Rispetto ai prestiti finalizzati, per questo prodotto di credito al consumo non è necessario giustificarne l’utilizzo.

I criteri principali che lo definiscono e differenziano rispetto al prestito finalizzato sono:

  • disponibilità immediata delle somme sul conto del richiedente;
  • nessuna necessità di intermediazione tra il richiedente e l’istituto creditizio.

Per richiedere il prestito personale non è necessario applicare garanzie come ad esempio l’ipoteca sui beni di proprietà, tuttavia tra i documenti da presentare in fase di richiesta rientra l’attestato di reddito, necessario per dimostrare di essere in grado di restituire le somme ottenute.

L’importo totale del finanziamento, infatti, deve essere proporzionato rispetto al reddito e alla capacità restituzione.

Chi può richiedere il prestito personale

Gli elementi necessari per poter richiedere un prestito personale sono:

  • avere tra i 18 e i 75 anni, da compiere entro la fine del finanziamento;
  • essere in possesso di busta paga o cedolino della pensione;
  • avere la cittadinanza italiana o essere residente in Italia da almeno 1 anno.

Sono motivo, invece, di mancata concessione di un prestito personale:

  • avere un trascorso da cattivo pagatore;

essere in ritardo nei pagamenti di eventuali altri finanziamenti in corso.

Tipi di prestito personale secondo le finalità del richiedente

Benché il prestito personale sia un prestito non finalizzato a tutti gli effetti, è possibile distinguerne diversi tipi sulla base delle necessità di utilizzo più comuni da parte delle persone che lo richiedono.

Rientrano quindi, nella categoria dei prestiti personali:

Richiedere un prestito personale online

I prestiti personali possono essere richiesti anche online, in modo semplice e veloce, per ricevere la somma di cui si necessita (previa approvazione della richiesta) nel giro di un massimo di 10 giorni lavorativi.

Scegliere di richiedere un prestito personale online è un modo efficace e sicuro per effettuare le pratiche comodamente da casa attraverso un’apposita piattaforma online.

L’unica accortezza da avere nel momento in cui ci si affaccia a questa modalità di operazione è quella di affidarsi ad un ente finanziario autorevole e consolidato nel settore, onde evitare spiacevoli sorprese.

Prima di sottoscrivere un contratto, valutare l’offerta 

Sia che la domanda di prestito personale venga fatta in sede, sia che questa venga inoltrata tramite piattaforma online, una regola sempre valida prima di sottoscrivere qualsiasi contratto di prestito personale è quella di valutarne attentamente l’offerta e le condizioni.

Gli elementi che devono essere presenti nel contratto e compresi prima di sottoscriverlo sono:

  • il totale di denaro richiesto e la modalità in cui sarà erogato;
  • la percentuale di tasso di interesse applicato;
  • il costo delle singole rate;
  • TAN e TAEG;
  • eventuali costi e spese aggiuntive.

Per ricevere informazioni dettagliate su come ottenere un prestito personale tramite IBL Banca è sufficiente fissare un appuntamento e chiarire, attraverso il nostro personale qualificato, ogni eventuale dubbio.

 

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede legale e direzione generale: Via Venti Settembre 30 - 00187 Roma, Tel. 06/48797100
Partita IVA 14994571009