Tipi di bonifico bancario

Quali sono i tipi di bonifico e quali le differenze

Il bonifico bancario è, senza dubbio, il metodo di trasferimento fondi più diffusamente utilizzato dopo lo scambio del contante. Grazie ad esso è possibile effettuare pagamenti ovunque e in poco tempo. Grazie all’home banking, inoltre, le operazioni di trasferimento delle somme possono avvenire in qualsiasi momento e comodamente da casa propria.

Come funziona il bonifico bancario

Grazie a un identificativo univoco dei conti correnti, il trasferimento dei fondi può avvenire senza alcun rischio. Le coordinate bancarie permettono d’identificare il Paese, la banca e il beneficiario. Tutte le informazioni sono racchiuse nel codice IBAN (International Bank Account Number).

Quali sono le tipologie di bonifico e qual è la differenza?

Il bonifico allo sportello – Il bonifico viene richiesto presso lo sportello fisico di una filiale della banca.

Il bonifico online – Per questa tipologia di bonifico, l’operazione viene effettuata grazie alla connessione internet e all’accesso, tramite sistemi di autenticazione forte, all’area dedicata della banca presso la quale si detiene il conto corrente.

Il bonifico per cassa – Si ricorre al bonifico per cassa qualora non si disponga di un conto corrente o non si voglia attingere ad esso per il trasferimento dei fondi. È anche detto bonifico per contanti e deve rispondere alle regole (e ai limiti) che riguardano la tracciabilità dei contanti (norme antiriciclaggio).

Il bonifico con addebito in conto – Al contrario della tipologia di bonifico precedente, il trasferimento dei fondi viene effettuato attingendo a un conto corrente.

Il bonifico irrevocabile – È una tipo di bonifico solitamente utilizzato per l’acquisto di beni di valore notevole (ad esempio un immobile) e il suo scopo è quello di fornire la certezza che la somma pattuita venga effettivamente trasferita senza possibilità di revoca.

Il bonifico SEPA – L’acronimo SEPA sta per Single Euro Payments Area: l’area geopolitica nell’ambito della quale i cittadini dei Paesi interessati possono effettuare e ricevere pagamenti in Euro. I vantaggi di un bonifico SEPA riguardano i tempi di trasferimento dei fondi (vedi di seguito). Gli Stati compresi nell’area SEPA sono: gli Stati Membri UE, l’Islanda, la Norvegia, il Liechtenstein, la Svizzera, il Principato di Monaco e San Marino.

Quanto costa un bonifico bancario

Il costo di un bonifico bancario può variare da banca a banca e da un tipo di bonifico e l’altro. Per scoprire con certezza quanto costa un bonifico, si consiglia di leggere con attenzione i fogli informativi dei conti correnti.

Quanto tempo ci vuole per l’accredito di un bonifico

Quanto ci impiega un bonifico a raggiungere il conto corrente del beneficiario? I tempi di esecuzione dipendono da molti fattori e variano dalle 24 ore ai 3 giorni.

Per quanto riguarda i bonifici bancari effettuati nell’ambito dell’area SEPA si è giunti a uno standard condiviso sulle tempistiche di esecuzione. La somma deve essere accreditata entro il giorno lavorativo successivo alla disposizione del bonifico (qualora l’operazione venga effettuata entro un orario limite prestabilito dalla banca).

Condividi su:

©IBL Banca S.p.A. - Sede Generale: Via di Campo Marzio, 46 00186 Roma
Codice Fiscale 00452550585 - Partita IVA 00897081006